sabato 15 marzo 2014

... quello che c'è di buono in me

<< Cammino sul letto ad occhi chiusi, li apro, scelgo una frase: "... e io ricordo ancora la sensazione fisica di angoscia che mi riempiva, strisciando, per poi fossilizzarsi nel punto in cui, una volta, c'era la gioia di vivere. L'angoscia che tutto quello che c'è di buono in me non sarà mai dato a nessuno, e nessuno lo vorrà mai. Ma cosa c'è di buono in me?" >>
Che tu sia per me il Coltello

mercoledì 12 marzo 2014

Il mondo di DragonLance #2

Salve!
Come promesso qualche tempo fa, oggi vi parlo della prima trilogia della saga di DragonLance.

Le Cronache
Le Cronache sono la prima trilogia della saga di DragonLance, essa è composta dai libri: "I draghi del crepuscolo d'autunno", "I draghi della notte d'inverno" e "I draghi dell'alba di primavera".

Più riguardo a Dragonlance: Le CronacheTrama: Una compagnia di vecchi amici decide di riunirsi. Dopo ben 5 anni che non si vedono, Tanis, Flint, Tasslehoff, Sturm e i gemelli Caramon e Raistlin si incontrano una sera in una locanda per raccontarsi le novità degli ultimi anni e per discutere degli strani avvenimenti sul continente di Ansalon nell'ultimi tempi.
Qualcosa di malvagio si sta svegliando, ne sono prova i goblin e le altre creature del male che si vedono in giro. Ma cosa bisogna aspettarsi?
Mentre gli amici parlano, nella locanda arrivano due stranieri che portano con loro uno strano bastone...
Scoppia una rissa, i due stranieri si trovano in difficoltà, ma la compagnia di amici, scoprendo il motivo del viaggio degli stranieri, li salva e fuggono tutti insieme. Si ritroveranno così ad affrontare mille pericoli e avventure, cercando di contrastare il male che vuole distruggere il loro mondo.

Mio commento: Questa trilogia è un pilastro del fantasy moderno. Sia per i temi che per lo stile di scrittura molto semplice e scorrevole, è un libro che può essere letto a tutte l'età.
La storia di base è forse molto semplice: il mondo viene minacciato da qualcuno di malvagio e un gruppo di "eroi" si addossano, senza che nessuno glielo chieda esplicitamente, la responsabilità di salvare tutti e riportare la pace.
Ma se da un lato la storia sembra forse banale, leggendo si capisce che non lo è, basti pensare che da questa trilogia ha preso il via un intero universo, di cui un sacco di altri libri hanno approfondito qualche aspetto.
Tutta la bellezza della trilogia, a mio avviso, sta nei personaggi. Tutta la storia si fonda su di loro, sui loro pensieri, le loro emozioni, la loro forza di volontà che li spinge a combattere.
Essi sono dei personaggi molto moderni, complessi tanto quando i legami che stringono e che li portano a stare insieme e a contare uno su l'altro.
Alcuni personaggi in particolare sono più complessi e profondi di altri, pieni di emozioni, passioni, ironia e contraddizioni, e meritano davvero un posto d'onore tra i personaggi più belli e appassionanti di tutto l'universo fantasy.
Non vi dirò ora altro, riservando altre mie osservazioni per la recensione della seconda trilogia "Le leggende", in cui i personaggi di questo libro ritornano per scavare sempre più a fondo nelle loro emozioni, nei loro desideri e passioni, coinvolgendo il lettore in nuove appassionanti avventure.
Aggiungo solo che è un libro stupendo e coinvolgente e fin da subito mi ha preso molto, l'ho divorato!
Lo consiglio a tutti gli appassionati dei fantasy e non.

Se siete curiosi e non avete letto il mio primo post su questa saga, dove ho anche riportato tutti i titoli che la compongono e la cronologia di lettura, cliccate QUI

domenica 2 marzo 2014

Seguendo il mito di Dracula #2


Ho appena finito un libro che riprende la famosa figura del Conte Dracula, sto parlando di "Il discepolo" di Elizabeth Kostova.
E' un libro che mi ha colpito positivamente e quindi ho pensato di parlarvene.
Ma prima di tutto ecco un piccolo riassunto della trama.

Trama: Una notte, curiosando nella biblioteca del padre, una ragazza fa una strana scoperta: un fascio di vecchie lettere indirizzate "Al mio caro e sfortunato successore". E, accanto alle lettere, un libro ancora più strano, dalle pagine completamente bianche eccetto quelle centrali, raffiguranti un drago e la scritta "Drakulya". Quel libro è la chiave d'accesso a un mistero - e a un orrore - sepolti nelle profondità della storia. Nei secoli, generazioni di studiosi hanno tentato di decifrarne l'enigma e di scoprire la verità sul conte Vlad III detto l'Impalatore, principe nella Valacchia medioevale, paladino della Cristianità contro le orde degli invasori ottomani. Ora tocca alla giovane proseguire la ricerca, nell'intento di scoprire qualcosa del passato della sua famiglia e di salvare chi le sta a cuore...

Mio piccolo commento: Come ho detto, questo libro mi ha colpito abbastanza positivamente, forse soprattutto perché mi aspettavo tutt'altro. Credevo fosse uno dei tanti libri sui vampiri pubblicati sulla scia di Twilight e per questo motivo non ho iniziato a leggerlo appena l'ho comprato, ma l'ho lasciato sullo scaffale a prendere polvere per un bel po'.
Non è il solito libro su vampiri violenti assetati di sangue, su cacciatrici che combattono il male o su ragazzine che rimangono affascinate e si innamorano di tenebrosi vampiri che rinnegano la loro natura.
E' innanzitutto un libro storico: vengono analizzate le vicende storiche dell'est Europa ai tempi di Vlad Tepes, vengono narrate antiche leggende e vengono ripercorsi i luoghi che hanno davvero visto questo malvagio personaggio storico all'opera contro gli invasori turchi. Il sovrannaturale fa da sfondo a tutto ciò, la vera protagonista del libro è la storia.
Sebbene la maggior parte del libro sia quindi un ripercorrere le tappe della vita di Vlad, alias Dracula, non per questo risulta noioso.
Tra leggende, documenti storici e visite ad antichi monasteri e castelli, la storia è piena di misteri e di suspence. Riesce ad essere davvero inquietante senza bisogno di eclatanti scene di lotta o di elementi particolarmente macabri.
Infine, forse il finale poteva essere migliore, ma è comunque ben scritto e coerente con il resto del libro.
Quindi gli do un bel voto di 4/5 e ve lo consiglio!

domenica 23 febbraio 2014

L'1 Marzo tutti in libreria!


Ho trovato su facebook questa bella iniziativa, organizzata da CAFFEINA. Io ho aderito e ho pensato che potesse interessare anche ad altri lettori.
La cultura è importante, ma nel nostro paese ultimamente non è messa ai primi posti come invece dovrebbe essere, anzi direi che è proprio calpestata. E' un bene quindi che ci sia gente che continui a sostenerla.
Ed è un bene anche che questa gente si faccia sentire. Perciò facciamo tutti un salto il libreria l'1 Marzo e dimostriamo che la cultura non è morta!
Per maggiori info andate alla pagina facebook dell'evento (cliccando sull'immagine qui accanto).

lunedì 20 gennaio 2014

Moon Trance - Lindsey Stirling

Oggi passo di qui solo per augurarvi la buonanotte con questo video... beh gli zombie forse non sono la cosa più bella da vedere prima di dormire XD ma la musica la trovo bellissima ^__^ Vale proprio la pena ascoltarla.
Magari prossimamente scriverò un post su questa bravissima violinista, per ora un abbraccio a tutti. E buonanotte!!!

venerdì 17 gennaio 2014

Pan di spagna al cioccolato

Ciao!
Oggi vi lascio ben due  ricette per un buonissimissimo pan di spagna al cioccolato. Le ricette sono prese entrambe dal sito di Misya e sono state da me testate qualche mese fa.

PAN DI SPAGNA AL CIOCCOLATO N°1 (perfetto per le torte che volete bagnare con qualche sciroppo o liquore)
Ingredienti:
- 250 gr di cioccolato fondente
- 100 gr di burro
- 100 ml di latte
- 4 uova
- 100 gr di zucchero
- 200 gr di farina
- 1 bustina di lievito vanigliato

Preparazione:
Innanzitutto fate sciogliere cioccolato e burro a bagnomaria. Appena saranno sciolti spegnete il fuoco e aggiungete a filo il latte, mescolando fino a formare una crema liscia e omogenea.
Lasciate raffreddare questa crema.
Nel frattempo in una ciotola montate gli albumi a neve e in un'altra montate i tuorli con lo zucchero.
Aggiungere ai tuorli la crema di cioccolato che si è raffreddata e mescolate, aggiungere poi la farina e il lievito. E infine incorporate gli albumi montati a neve.
Versare l'impasto in una tortiera di 24 cm di diametro e cuocere per 30-40 minuti in forno già caldo a 180°.
Dopo aver sfornato il pan di spagna, aspettate che si raffreddi per toglierlo dallo stampo, perchè quando è ancora caldo potrebbe rompersi.
Infine farcite e decorate a piacere ^___^

Vi posto qui la foto del pan di spagna e della torta che ho fatto io:
Torta con farcitura di crema al caffè, bagnata con baileys al caffè e ricoperta da dolcissima pasta di zucchero!


PAN DI SPAGNA AL CIOCCOLATO N°2 (più soffice, ottimo anche da mangiare anche con solo una spolverata di zucchero a velo)
Ingredienti:
- 4 uova
- 150 gr di zucchero
- 4 cucchiai di acqua bollente
- 150 gr di farina
- 50 gr di frumina (se non l'avete, potete sostituire con l'amido di mais)
- 50 gr di burro
- 2 cucchiai di nutella
- 1 bustina di lievito vanigliato

Preparazione:
Separate tuorli e albumi, e montate a neve questi ultimi.
Poi in un'altra ciotola montate i tuorli con lo zucchero e i 4 cucchiai di acqua bollente. Continuando a lavorare l'impasto aggiungete prima il burro ammorbidito, poi farina, frumina e lievito. Infine aggiungete i due cucchiai di nutella e mescolate fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.
Ora con un cucchiaio incorporate a quest'impasto gli albumi montati a neve, stando attenti a non smontarli.
E versate il tutto in una tortiera di 24 cm di diametro, inburrata e infarinata.
Infornate per 30 minuti in forno già caldo a 170°.
Prima di sfornare fate la prova stecchino, per vedere se è cotta dentro. Se lo è, lasciate raffreddare e solo dopo togliete la torta dallo stampo ^__^

Esempio: Torta farcita e ricoperta con crema di mascarpone e nutella e decorata con stelline di zucchero

venerdì 10 gennaio 2014

Primo post dell'anno e...buoni propositi

Salve a tutti,
oggi, guardando le varie discussioni in giro su anobii, mi sono resa conto che per quest'anno non ho scritto nessun post e non ho fatto nessuna lista di buoni propositi.
Sebbene ripeta sempre che in realtà non serve a nulla e che di buoni propositi sono lastricate le strade dell'inferno, visto che sono annoiata a morte farò questa lista, sperando che, scrivendole, certe cose si avverino (anche se senza forza di volontà non si avvera proprio niente -__-)


Innanzitutto per quanto riguarda l'università:

  • Cercherò di studiare di più e di fare almeno 5 esami entro ottobre
  • Andrò a lezione e starò attenta, cercando di capire
  • Cercherò di convivere con certi colleghi che vorrei invece strangolare
Per quanto riguarda i miei hobby:
  • Leggerò almeno 40 libri (che non siano solo fumetti)
  • Cercherò di finire i ricami che ho iniziato qualche anno fa e poi ho lasciato incompleti
  • Inizierò altri ricami che da tempo volevo iniziare
  • Cucirò i vestiti per i cosplay e i picnic in stile vittoriano a cui partecipo senza ridurmi all'ultimo momento e senza stressarmi
  • Cercherò di fare meno shopping dovuto alla noia e allo stress
  • Andrò di nuovo in palestra, almeno due volte a settimana
  • Scriverò almeno due post al mese in questo blog
Infine in generale io spero che:
  • Riuscirò a farmi passare questa specie di depressione che si è impossessata di me negli ultimi tempi senza alcun motivo, che mi fa passare le giornate nella noia più assoluta sdraiata a letto a fissare il tetto, che non mi fa studiare e che mi impedisce di dedicarmi anche ai miei hobby e alle cose che amo di più.

Beh... a presto!

giovedì 26 dicembre 2013

Dal genio di Bigio....Drizzit, l'eroico elfo scuro!

Salve a tutti ^__^
Oggi voglio scrivere qualcosa su un fumetto che ho scoperto qualche tempo fa. Sto parlando di Drizzit e delle sue divertenti avventure, partorite dalla fantasiosa mente di Luigi Cecchi, detto Bigio.

Drizzit è un webcomic pubblicato a partire dal dicembre del 2010 sul blog dell'autore e successivamente approdato su facebook. Ogni giorno viene pubblicata una nuova striscia (dal lunedì al sabato).
Il fumetto prende il via come parodia della famosa trilogia di Drizzt Do'Urden, scritta da R.A.Salvatore. Tuttavia dai romanzi vengono ripresi solo alcuni elementi e personaggi, dopodiché la storia viene sviluppata in modo indipendente da essi.
 La trama comunque non è l'elemento principale, ma solo una trovata per collegare le strisce; anche se ovviamente rende più avvincente la lettura e crea suspence!
Drizzit è un elfo oscuro, che a differenza di quelli della sua razza, crede nella giustizia e nella bontà. Per questo fugge dal sottosuolo, dove si trova la sua città e la sua malvagia famiglia, e una volta in superficie si unisce a tre strambi avventurieri: Dotto, un nano filosofo, Katy, una ladra con un brutto caratteraccio, e il guerriero Wally (sul quale non anticipo nulla >__<).
Tutti insieme si ritroveranno immersi in mille avventure tra orchi, draghi e diavoli.
Successivamente comparirà un altro ammaliante personaggio: Baba Yaga, una malvagia strega di livello epico, che, tra ricatti e favori, viene accolta nel piccolo gruppo.

La lettura è ovviamente gratuita, basta andare sul Blog di Bigio o alla pagina fb Drizzit (io vi consiglio quest'ultima in quanto le vignette sono più facilmente leggibili, in quanto ordinate in vari album).

Per chi poi preferisse il cartaceo, o per chi come me si è innamorato delle strisce e vuole avere tutta la raccolta, sappiate che le strisce vengono pian piano raccolte e pubblicate in volumi da Shockdom; finora ne sono usciti 4.
In ordine sono:

-Drizzit. Le Origini

-Drizzit e il Tesoro del Drago
-Drizzit. Legami di Sangue

-Drizzit. L'Amore è un Carnotauro Rosa

Prossimamente le strisce che compongono la saga attualmente in corso verranno pubblicate nel volume dal titolo "Quel Demone che non ti Aspetti".

Non ho molto altro da dire, se non "correte a leggere" e buon divertimento! :D

sabato 23 novembre 2013

Il mondo di DragonLance #1


Un pò di tempo fa ho letto la trilogia "Le cronache di DragonLance", e negli ultimi giorni sto leggendo "Le Leggende di Dragonlance" e, siccome mi sta piacendo e trovo che sia un una saga imperdibile per gli appassionati del fantasy e/o di gioco di ruolo, volevo parlarvene un pò.
Della Saga di Dragolance fanno parte un sacco di libri, scritti da più autori diversi. C'è un filone principale, i cui volumi sono quasi tutti scritti da Margaret Weis e da Tracy Hickman. Poi altri autori sono andati ad approfondire le storie e le leggende e a crearne altre riutilizzando l'ambientazione o i personaggi, creando così dei cicli secondari.
I vari libri sono più o meno staccati tra loro. Alcuni vanno letti in un certo ordine, altri invece approfondiscono la storia di certi personaggi e quindi li si può leggere a piacere, o prima, o dopo, oppure si può anche saltarli se non vi ispirano.
In ogni caso ogni trilogia (anche se non sempre sono trilogie XD) ha una fine. Perciò si può avere un finale come si deve, senza dover leggere almeno ventordici libri.
Questo è buono perchè, come vedrete, la lunghezza della lista dei libri che scriverò ora potrà davvero spaventarvi! XD

Ciclo principale: (da leggere in quest'ordine)
1. Le Cronache:
  • I Draghi del crepuscolo d'autunno 
  • I Draghi della notte d'inverno
  • I Draghi dell'alba di primavera
2. Le Leggende:
  • Il destino dei gemelli
  • La guerra dei gemelli
  • La sfiga dei gemelli
3. La guerra del Caos:
  • La seconda generazione
  • I Draghi dell'estate di fuoco
4. La quinta Era:
  • L'Era dei dragoni
  • Il giorno della grande tempesta
  • Il giorno del grande vortice
5. La Guerra delle Anime:
  • I Draghi del Sole Morente
  • I Draghi della Stella Perduta
  • I Draghi della Luna Evanescente
6. Il Discepolo dell'Oscurità:
  • Ambra e cenere
  • Ambra e ferro
  • Ambra e sangue

Cicli secondari: (non c'è bisogno di seguire un determinato ordine)
Le Cronache perdute: (lettura consigliata subito dopo le Cronache)
  • I Draghi degli abissi dei nani
  • I Draghi dei Signori dei cieli
  • I Draghi del Signore del Tempo
Le Cronache di Raistlin: (lettura consigliata dopo le Leggende)
  • Raistlin. L'alba del Male
  • Raistlin. I Fratelli in armi
Le Cronache di Krinn:
  • Fili di Seta
  • Il prode Cavaliere
  • la storia che Tasslehoff giurò di non raccontare mai
  • Raistlin e il Cavaliere di Solamnia
Gli Eroi:
  • La leggenda di Huma
  • La leggenda della Stormblade
  • La leggenda di Weasel
I preludi:
  • La magia di Lunitari
  • La dannazione di Kendermore
  • Il mistero di Mereklar
Gli eroi II:
  • La leggenda del minotauro
  • La leggenda di Grallen
  • La leggenda di Brithelm
I preludi II:
  • L'ordalia di Riverwind
  • L'ordalia di Flint
  • L'ordalia di Tanis
Il raduno degli Eroi:
  • Spiriti eletti
  • Il vagabondo
  • Cuore temerario
  • Il giuramento
  • Fuoco e fiamme
  • Compagni d'avventura
Cicli Derivati:
Dhamon:
  • La caduta di Dhamon
  • Il tradimento
  • Il riscatto di Dhamon
Le guerre dei minotauri:
  • La notte di sangue
  • Mare di sangue
  • L'impero di sangue
Nazioni Elfiche:
  • Il primogenito
  • The Kinslayer Wars (Inedito in Italia)
  • The Qualinesti (Inedito in Italia)

La lista è finita e per oggi credo che mi fermo qui ^__^ altrimenti rischio di non scrivere un post, ma la Divina Commedia 2.
Prossimamente vi parlerò della prime due trilogie.
A prestooo!!



domenica 17 novembre 2013

Psychic Detective Yakumo

Ecco un manga che a mio parere merita davvero tanto e di cui oggi vi farò una piccola recensione.
Il manga in questione è ancora in corso (siamo all'ottavo numero almeno qui in Italia) e, a quanto ne so, dovrebbero essere all'incirca una decina di volumi (più o meno).
La storia è tratta da una serie di romanzi scritti da Manabu Kaminaga, i quali hanno riscosso abbastanza successo tanto che sono stati ripresi in ben 2 manga, un anime e una serie televisiva.

Più riguardo a L'investigatore dell'occulto vol. 1Trama:Yakumo è uno studente del college, molto riservato e taciturno, che mantiene sempre le distanze da tutti.
Questa sua difficoltà a relazionarsi con gli altri deriva da una sua particolarissima caratteristica fisica: ha un occhio rosso e con questo ha la capacità di vedere le anime dei morti.
Sebbene queste difficoltà  e questo dover nascondere il suo occhio alla gente che altrimenti lo guarderebbe come fosse un mostro, egli mette a disposizione questo suo "potere" per aiutare chi si trova invischiato in situazioni paranormali e soprattutto per fare in modo che le anime, che ancora vagano sofferenti sulla Terra, trovino finalmente riposo. Per questo spesso collabora addirittura con la polizia, risolvendo casi intricati e misteriosi.


Mio piccolo commento:
Ho trovato questo manga davvero appassionante, fin dal primo volume. Forse perchè mi piacciono molto i gialli, e sicuramente anche perchè qui è aggiunto, in maniera egregia, anche l'elemento sovrannaturale.
Yakumo è un figura davvero misteriosa ed enigmatica. E' un ragazzo brillante e affascinante, ma spesso scontroso, sarcastico e strafottente. Non si sa mai cosa gli passa davvero nella testa.
Il suo passato viene scoperto a poco a poco grazie alle varie situazioni che si presentano e soprattutto grazie alla collaborazione di Haruka, una compagna di college di Yakumo, la quale dopo avergli chiesto aiuto per un caso, diventa sua amica e spesso lo affianca nella risoluzione dei vari casi (o come direbbe Yakumo: lei si immischia finendo nei guai e costringendolo ad aiutarla XD).
Grazie quindi anche alla figura di Haruka, si riesce pian piano a scavare nel passato di Yakumo, ma soprattutto a scoprire chi c'è davvero sotto quella corazza da persona scontrosa e cinica.
Trovo che questo manga sia imperdibile!
Voto: 5/5


Invece per quanto riguarda l'anime: dopo aver letto i primi tre volumi, ho provato a vedere una puntata... ma non mi è piaciuta per nulla.
Ho trovato la storia e i ragionamenti per arrivare alla soluzione piuttosto banalizzati. Ma soprattutto la figura di Yakumo non mi ha per nulla soddisfatto. Sì, è molto simile a quello del manga... ma ci manca qualcosa, non saprei dire bene cosa. Forse quell'alone di mistero che nel manga avvolge tutto ciò che Yakumo dice. O forse non l'ho trovato abbastanza cinico e sarcastico... boh!
Comunque non lo consiglio per nulla. Soprattutto se volete leggere il manga o se l'avete già letto.

sabato 2 novembre 2013

Simil bounty... buonissimi dolcetti al cocco!

Salve a tutti,
oggi vi posto un' altra ricetta presa da http://www.misya.info/ per i fissati del cocco come me!



Ingredienti per bounty:
200 gr di farina di cocco 
100 ml di panna da montare 
70 gr di zucchero 
50 gr di burro 
200 gr di cioccolato al latte

Preparazione:
In un pentolino mettete panna e burro e a fuoco lento fate sciogliere il burro e mescolate per amalgamare bene. Appena questo sarà tutto sciolto spegnete la fiamma e aggiungete subito zucchero e farina di cocco. Mescolate energicamente fin quando la farina non avrà assorbito tutto il liquido... cioè deve venire una cosa simile (immagine presa dal sito di misya):
Fatto ciò, con le mani formate dei cilindretti, anche irregolari vanno bene, e disponeteli su una teglia o su un piatto e infine metteli in frigo a riposare per 30 minuti.
Dopo mezz'ora potete uscirli dal frigo e pensare a fare la copertura cioccolattosa!
Prendete il cioccolato e scioglietelo in un pentolino a bagnomaria, poi prendete i cilindretti di cocco, potete rimodellarli anche un pò (perchè freddi si modellano meglio), e poi immergeteli e rotolateli nel cioccolato fuso con l'aiuto di una forchetta, o di una pinza se l'avete.
Infine poggiateli su un piatto ricoperto di carta forno e rimetteteli in frigo per un ora.

Dopo un'ora potete ingozzarvi a volontà con questi buonissimi dolcetti :D

Ps. Potete sostituire tranquillamente il cioccolato al latte con quello gianduia. Se invece pensate di sostituirlo col fondente sappiate che per sciogliere quest'ultimo avrete degli inconvenienti.
Il cioccolato che ha delle parti di latte si scioglie e diventa liquido e cremoso. Il cioccolato fondente invece no, quando si scioglie resta più "pastoso e granuloso".
Se la copertura la si vuole fare al cioccolato fondente bisogna allora sciogliere il cioccolato in modo diverso, aggiungendo del burro (fonti: il mio amico cuoco).

Buono spuntino e a presto!

giovedì 31 ottobre 2013

Buon Halloween

Scrivo queste due righe per augurarvi buone feste e buon fine settimana.
Io credo che approfitterò di questi giorni per cucinare qualcosa e magari per stare un pò con gli amici.
Ma purtroppo dovrò pure studiare per un esame della prossima settimana... uff!
E voi come festeggerete questo halloween? 

Feste in maschera? Dolcetto o scherzetto porta a porta? Oppure resterete a casa a rimestare qualche strana sostanza nel vostro calderone? :D

Beh, io vi lascio augurandovi buon divertimento, qualunque cosa facciate.
E intanto ecco a voi un piccolo ricamo, che ho fatto per l'occasione ^__^



Non ho ancora pensato a cosa farne, se incorniciarlo (magari con una cornice halloweenosa) oppure usarlo per altro, ad esempio un cuscino. Vedremo...  u__u

A prestooo!

sabato 26 ottobre 2013

Cheesecake al doppio cioccolato.... slurp *Q*

Oggi vi faccio vedere una cosa che ho fatto quest'estate... *__*

Tadaaaaaaan!!! Una buonissima cheesecake al doppio cioccolatooo!




L'idea è partita dal fatto che avevo un sacco di cereali da riciclare XD
Avevamo ospitato per un pò la ragazza di mio fratello. Lei a colazione mangiava con il latte i corn flakes della kellogg's... che di solito noi in famiglia non usiamo.
Quando è ripartita, ci siamo posti la seguente domanda: "E adesso chi se li mangia tutti questi cosi?"
E così la mia ricerca è iniziata e sono giunta alla ricetta di cui vi lascio il link!


Vi avverto che non è molto economica e mi ci è voluta una mattinata per farla (forse anche perchè non ho ancora molta manualità), ma se avete bisogno di una torta "estiva" per un compleanno o per una serata speciale, sono certa che ne vale la pena! Sicuramente farete un bel figurone! ;)

venerdì 25 ottobre 2013

Arte made in Japan a Catania

Qualche settimana fa mi è capitato di vedere una piccola mostra di porcellane giapponesi dell'artista Iko Itsuki, qui nella mia città in occasione della "Settimana della cultura giapponese".
Durante questa settimana, nel centro di Catania, si sono svolte varie attività, quali esibizioni di karate, di pittura e di canto, dimostrazioni di cucina giapponese, workshop di disegno manga, cerimonia del thé e altro.
Purtroppo il tempo non ha aiutato, visto la sua imprevedibilità: un momento c'era il sole e si sudava, il momento dopo pioveva...

Sicuramente poteva andare molto meglio, poteva esserci più gente. Poteva essere fatta più pubblicità per questo evento, visto che spesso la gente si lamenta che qui non fanno mai nulla.
Comunque a quanto pare non è andata neanche malissimo, quindi spero che il prossimo anno l'evento verrà replicato e che possa avere anche più successo.
Queste qui  sono appunto delle foto di alcuni pezzi esposti alla mostra (ma vi assicuro che non rendono per nulla).

Ho trovato queste porcellane davvero molto belle, sia per i soggetti: come vedete la natura la fa da padrona con uccelli variopinti, pesci e fiori.
Ma soprattutto mi hanno affascinato i  colori vividi e luminosi e le sfumature (guardate ad esempio le pinne dei pesci rossi del piatto qui sopra).

Comunque a parte spendere due parole su questo evento, mi era venuta voglia di condividere con voi qualche immagine della mostra (come questo servizio di brocca, vassoio e piattini che credo sia quello che mi è piaciuto di più per la scelta dei colori ma anche del tema).
Detto ciò, buona notte a tutti! 





giovedì 24 ottobre 2013

Death note

Lo so, è un pò idiota fare una recensione di un manga ormai così famoso e soprattutto uscito da un bel pò di anni...
Ma siccome rimane sempre uno dei miei preferiti, volevo farvelo sapere ^__^

Più riguardo a Death Note vol. 1


Trama: Light Yagami, ragazzo intelligente e brillante, pensa che ci siano troppe ingiustizie impunite e che il mondo non sia un gran bel posto dove vivere. Un giorno trova per terra uno strano quaderno con su scritto "Quaderno della morte" e incuriosito, pur sembrandogli un qualche scherzo stupido, se lo porta a casa. Ma a quanto pare il quaderno non è una semplice burla, se gli si scrive sopra il nome di una persona, questa muore... e presto Light lo scopre e inizia a chiedersi cosa sia giusto fare: è meglio liberarsi di quest'arma micidiale oppure... oppure grazie al quaderno si potrebbe costruire un mondo migliore? E chi meglio di lui, studente modello, ragazzo sveglio e accanito sostenitore della giustizia, potrebbe fare una cosa del genere?

Piccolo commento (pericolo spoiler :D) : Ho trovato questo manga fantastico, come credo un sacco di altra gente. Il tipo di disegno mi piace molto, è molto particolareggiato e vario.
E' la storia comunque quella che mi ha lasciato entusiasta e con una voglia matta di divorare volume su volume e di soffermarmi anche più volte sulle stesse pagine e sugli stessi dialoghi.
Non ho trovato nessun altro anime o manga del genere per ora, nessuno che mi dia la stessa carica di emozioni, lo stesso desiderio di sapere cosa succederà e in che modo!
La partita che giocano i due geni, Light e L, non è una semplice sfida, non si riduce ad un giocare a nascondino o a rincorrersi per scovarsi. L'azione infatti è poca, loro si sfidano intellettualmente, i loro scontri sono fatti da ragionamenti logici, ipotesi e deduzioni. In realtà poco importa se Light viene catturato o meno. Quella sarà poi una questione di poco conto, l'essenziale è mettere mentalmente al muro l'avversario.
Forse qualcuno può dire che la storia è troppo intrigata, lenta ed estenuante (cioè in poche parole i protagonisti si fanno troppe seghe mentali). Ma a mio avviso è proprio questa la parte bella: vedere come loro sbrogliano questa matassa ingarbugliatissima, tentare di arrivare alla soluzione con loro, stupirsi delle loro idee oppure comprendere i loro errori di strategia e trattenere il fiato chiedendosi se l'altro riuscirà a scovare l'errore e ad aggrapparcisi per vincere.
Lascia davvero a bocca aperta e col fiato sospeso. Una storia che, tolto il momento del boom della fama, resterà sempre e comunque un manga imperdibile, originale e appassionante.

Vi lascio infine con una delle vignette/parodia che mi fanno sempre ridere XD  Alla prossima!


Ps. Dimenticavo! Bisogna pure dire che l'anime è fatto molto bene. A parte qualche incongrenza, ricalca bene la storia, i personaggi ecc ecc.
Quindi se il manga vi sembra pesante... vi consiglio sinceramente di dare un'occhiata all'anime, che ovviamente scorre più velocemente e forse più fluidamente del manga, senza però rovinarne la trama storpiandola, banalizzandola o rivoluzionando i personaggi. ^_^
Si è verificato un errore nel gadget